Antica Torre Tornabuoni 1 Urban Chateau & SPA Florence (I) Tuscan Chef Carlos Curasma

Pubblicato da sopra 5 giugno 2019

Pubblicato da Elio Crociani su Lunedì 24 giugno 2019 THE GIANFIGLIAZZI TOWER IS A HISTORICAL TOWER WITH A RICH HISTORY, INHABITED BY AN IMPORTANT ANCESTOR The tower, with it’s perfectly crenellated crowning, is part of the fourteenth-century Gianfigliazzi palace, a well-known Guelfa family who were part if the leading Florentine social class. The family emblem is

Pubblicato da Elio Crociani su Lunedì 24 giugno 2019

THE GIANFIGLIAZZI TOWER IS A HISTORICAL TOWER WITH A RICH HISTORY, INHABITED BY AN IMPORTANT ANCESTOR

The tower, with it’s perfectly crenellated crowning, is part of the fourteenth-century Gianfigliazzi palace, a well-known Guelfa family who were part if the leading Florentine social class. The family emblem is a blue rampant lion in a gold field, still now visible along the facade, reproduced in 4 stone examples.
The Gianfigliazzi dynasty, which we can trace back to 1260, were also mentioned in Dante’s divine comedy. They boast a valuable representative, Rinaldo Gianfigliazzi, also known as “Speron d’oro knight”. Rinaldo was elected “Gonfalone di Giustizia” which in medieval times was a very important public figure who defined a public magistrate with high moral standards. He was voted four times, which is a rare case in history.
His frequent references to patriotism and civil values, his supremacy for public interests rather than private, his strong sense of diplomacy and his great talent for public speaking granted him the nickname “Gallo” which in English means rooster.
Rinaldo Gianfigliazzi lived in the Tower all his life and so that he would never be distanced from it he desired to be buried in the historical Santa Trinita church. His tomb can be found in the first chapel on the left aisle of the church and bears the family’s emblems.
At the end of the eighteenth century, as there was no male heir, the palace became the property of collateral relatives. From the 1900s onwards, the building became a dwelling for
anglo-american artists and writers who in that time were starting to populate Florence, it was one of the destinations of their “grand tour”.
In 2000 the new generation, the Rusconi family re-opened the doors of this ancient residence with the spirit and desire to share its history and beauty with today’s travellers.
The tower and its rooms: Inspiration and reasons of the Florentine renaissanceVia de Tornabuoni is one of the most  elegant streets in Florence’s historical center, and since
the renaissance, home of the most important noble properties in the city. Antica Torre is at number 1, in an incredible position which is perfect for those who love to admire the city from above.
Thanks to its two beautiful terraces, “The Arno terrace” and “the duomo terrace”, there is a 360 degree view: the Santa Maria del Fiore dome; the hills of Fiesole and Settignano; Santa Trinita bridge; via Maggio; the church of San Miniato al Monte; the Belvedere fort and the hills of Bellosguardo.
In each room, the family’s furniture, light shades and rugs have been kept, as much as possible due to wear and tear over time. The rest of the furnishings have been made by Florentine artisans, following only one inspiration – Ghirlandaio’s renaissance, with his harmonious and soft style, bright colors and delicate outlines.
Five rooms are dedicated to the city’s churches and monuments. The one dedicated to the Santa Maria Novella church boasts wall paintings inspired by a painting by Agnolo Gaddi dating back to 1390 “Mary on the throne with baby Jesus and saints” and the precious many-colored marble used in the bathroom is inspired by Giotto’s bell tower. Then in the room dedicated to Palazzo Davanzati you’ll find an amazing wooden carved headboard with the palace’s profile, and the connecting bathroom has frescoes in charcoal grey and rose petal tones.

Pubblicato da Elio Crociani su Martedì 23 luglio 2019

A series of winding corridors then follow one another which join and divide the rooms, all with different heights. Softly rounded, covered roof-top terraces and wooden beams which derive from different destinations and times in the past, these details complete the sensation of elegance and mystery throughout the building.
Colors, Scents and Atmosphere today Antica Torre today just as in the past, is a magical place where a harmonious atmosphere and sense of well-being rules. The Rusconi Clerici family have entrusted Maria Rita Bellini with the
management, she not only has extensive experience in hospitality and luxury hotels but she has also managed to create a motivated and close-knit team over the years.
This explosive and creative director has put together a group work ethic which makes the most of each member of staff’s skills and encourages individuals to improve constantly in order to please guests.
In the communal spaces there is a different scent in every season, just as there are always fresh flowers, healthy refreshing drinks during the summer and warming drinks in the winter.
Great attention is paid to the use of organic and locally sourced produce, preferably from local Tuscan farmers. This attitude is also applied to the minibar which is known as “the healthy minibar”.
Therefore, breakfast is a triumphant delicacy, apple and apricot jams, fresh bread which can be cut by the guests themselves at the time, seasonal fresh fruit. Mini pain au chocolate, cream and raisin pastries, delicious walnuts, almonds and so on. This “dynamic breakfast” is also a nice
moment for interaction with the tower’s staff, as often it’s in the morning that guests ask for information and advice in order to plan their day.
The healthy atmosphere is a recurring theme throughout the tower and all products, including the toiletries that follow the same philosophy. We also pay a lot of attention to waste, in fact all leftovers are taken every day to organizations that host the less fortunate and all products and materials are correctly recycled.
The atmosphere at the tower has a sense of well-being and breathes many emotions.

Pubblicato da Elio Crociani su Domenica 21 aprile 2019

Florence

Antica Torre Tornabuoni

VIA TORNABUONI

TORNABUONI MEANS FASHION IN FLORENCE

Urban Chateaux

INFERNO OF DANTE

24 rooms with 56 windows…

24 ROOMS IN 10 CATEGORIES

SUITE & CONNECTING ROOMS FOR FAMILIES

Hammam Suite with private SPA

3 or 5 rooms for an Entire Floor and this great area to
share

2 Terraces. 2 Points of views. A unique Florence

AN UNFORGETTABLE CITY…

ENCHANTING FLORENCE

The Winter Garden

Celebrated Experience and one hour of
Cocktail Class

THE TOWER RESTAURANT

Antica Torre Tornabuoni is the place without time where watches are just accessories

Florence

Antica Torre Tornabuoni

LA TORRE DEI GIANFIGLIAZZI UN’ ANTICA TORRE RICCA di STORIA, ABITATA DA UN VALOROSO ANTENATO

La Torre, con il suo perfetto coronamento merlato, fa parte del Palazzo trecentesco dei Gianfigliazzi nota famiglia Guelfa, appartenente al ceto dirigente fiorentino. Lo stemma della famiglia è un leone azzurro rampante in campo d’oro, tuttora visibile lungo la facciata, riprodotto in pietra, in quattro esemplari.
La dinastia dei Gianfigliazzi, di cui si inizia ad avere traccia fin dal 1260, anche citata da Dante nella “Divina Commedia”, vanta un valoroso rappresentante, Rinaldo Gianfigliazzi , detto anche “ Cavaliere a Speron d’Oro”. Rinaldo fu eletto dal popolo fiorentino Gonfalone di Giustizia (prestigiosa carica pubblica risalente al basso Medioevo, che designava un magistrato comunale di alto valore morale) per ben quattro volte, caso veramente raro nella storia.
I suoi frequenti richiami al patriottismo e ai valori civici, alla supremazia degli interessi pubblici su quelli privati, il suo forte senso della diplomazia e la sua dote di grande oratore gli valsero il soprannome di “Gallo”.
Rinaldo Gianfigliazzi abitò tutta la vita nella Torre e, per non allontanarsi mai da questa, volle essere sepolto nell’attigua Chiesta di Santa Trinita. La sua tomba si trova nella prima Cappella della navata sinistra e reca gli stemmi della famiglia.
Alla fine del 700’, per mancanza di un erede maschio, il Palazzo divenne proprietà di rami collaterali della famiglia. Dal 900’ in poi si trasformò in una dimora di artisti e letterati anglo americani che, in quell’epoca, cominciavano a popolare Firenze che componeva una delle mete dei loro “Grand Tour” . Dal 2000 la nuova generazione, la famiglia Rusconi, ha riaperto le porte di questa residenza d’epoca con lo spirito di voler condividere la sua storia e la sua bellezza con i viaggiatori di oggi.

Pubblicato da Elio Crociani su Venerdì 9 agosto 2019

LA TORRE E LE SUE STANZE: ISPIRAZIONI e MOTIVI del RINASCIMENTO FIORENTINO

Via de’ Tornabuoni è una delle strade più eleganti del contro storico di Firenze e, fin dal rinascimento, sede dei Palazzi nobiliari più importanti della città. l’Antica Torre si trova al civico n.1, in una posizione incredibilmente favorevole per chi ama guardare la città anche dall’alto.
Grazie alle sue due meravigliose terrazze, la “Terrazza Arno” e la “Terrazza Duomo” l’orizzonte abbraccia a 360°: la Cupola di Santa Maria del Fiore; le Colline di Fiesole e Settignano; il Ponte Santa Trinita; Via Maggio; la Chiesa di San Miniato al Monte; il Forte Belvedere e la Collina di
Bellosguardo.
In ognuna delle camere sono stati mantenuti, per quanto possibile data l’usura del tempo, i mobili, i lampadari e i tappeti di famiglia. Tutto il resto degli arredi è stato realizzato da artigiani fiorentini, seguendo una unica ispirazione: il Rinascimento del Ghirlandaio con il suo stile
armonico e morbido, i suoi colori vivaci e le sue linee di contorno delicate.
Cinque stanze sono dedicate a Chiese e monumenti della città. L ’ambiente ispirato alla Chiesa di Santa Maria Novella reca dei decori murari ispirati ad un dipinto del 1390 di Agnolo Gaddi “Madonna in trono col Bambino e Santi” e sono ispirati al Campanile di Giotto i preziosi
marmi policromi che compongono il bagno; e ancora nella stanza dedicata a Palazzo Davanzati spicca una meravigliosa testata di letto intagliata nel legno con il profilo del Palazzo
e il bagno attiguo è affrescato con gli stessi motivi di quello originale, nei toni del grigio antracite e del rosa petalo.
Si susseguono poi una serie di sinuosi corridoi che uniscono e dividono le camere, tutti con altezze diverse. Morbide altane e travi a vista, che derivano dalle differenti destinazioni degli spazi nel tempo, completano la sensazione di eleganza e mistero dell’intera struttura .

COLORI, PROFUMI e ATMOSFERE di OGGI

L’Antica Torre oggi come ieri è un luogo incantato dove regna un’atmosfera di grande armonia e benessere. La famiglia Rusconi Clerici ha affidato la direzione a Maria Rita Bellini che, oltre ad avere una grande esperienza del settore del ricevimento e degli alberghi di lusso, è riuscita
negli anni a creare un team affiatato e molto motivato.
Questo direttore vulcanico e creativo ha impostato un tipo di lavoro di gruppo che privilegia il saper fare di ognuno e che stimola i singoli ad adoperarsi quotidianamente per il miglioramento costante dell’offerta agli ospiti.
Negli spazi comuni c’è un profumo diverso ad ogni stagione, così come ci sono sempre fiori freschi e bevande sane e rinfrescanti d’estate e calde ed avvolgenti durante l’inverno.
Grande attenzione ai prodotti biologici e a chilometri zero, provenienti preferibilmente da piccole aziende agricole toscane. Questa attitudine si ritrova anche nella composizione dei prodotti dei minibar che viene chiamato “Il Minibar sano”.
Di conseguenza la prima colazione è un tripudio di delicatezza e golosità, dalle marmellate di mele e di albicocche, al pane di grani antichi che gli ospiti possono tagliare da soli, frutta fresca di stagione, mini pain au chocolat, girelle di crema e uvetta, deliziose noci e mandorle e così via. Questa “colazione dinamica” è anche un bel momento di interazione con il personale della Torre, perché è la mattina che gli ospiti chiedono più volentieri informazioni e consigli per organizzare al meglio le loro giornate.
L’ambiente sano è il leitmotiv che abbraccia tutta la Torre ed ogni prodotto, compresi i prodotti da bagno seguono questa filosofia. Anche l’attenzione allo spreco è un tema importante, infatti tutto il cibo che avanza viene giornalmente portato presso alcune strutture che ospitano i più disagiati. Tutti i prodotti e materiali vengono correttamente riciclati.
L’atmosfera della Torre ha il colore del benessere e il respiro di tante emozioni.

Antica Torre di Via Tornabuoni n.1 Firenze
tel +39 055 2658161 fax +39 055 218841
info@tornabuoni1.com tornabuoni1.com

Pubblicato da Elio Crociani su Domenica 21 luglio 2019

Una recensione su “Antica Torre Tornabuoni 1 Urban Chateau & SPA Florence (I) Tuscan Chef Carlos Curasma

  1. BlogWine

    Lost in Tornabuoni

    Un bel Palazzo affacciato sulla via di Firenze dove le vetrine espongono le maggiori griffe mondiali, senza esclusione di marchi de luxe, ove comunque l’italianissimo Ferragamo rappresenta il padrone di casa?
    Può sembrare strano, ma passeggiando per lo shopping nella via De’ Tornabuoni, in direzione ponte Santa Trinità, in prossimità dell’Arno, al numero civico 1, vi accogliera’ l’Antica Torre, dove potrete pernottare e, una volta effettuata la prenotazione, potrete raggiungere quel bel Palazzo non necessariamente in… carrozza.
    Il navigatore vi porterà lì con la vostra auto: arrivandoci dal ponte Alla Carraia in direzione piazza Carlo Goldoni e imbucando la stretta via del Parione in Zona di Traffico Limitato giungerete a destinazione. Attenzione! fatevi inviare l’itinerario esatto, non tutte le vie di Firenze sono esenti-multa. Vi attende una Residenza Storica con servizio di vetturiere che, una volta scaricati i bagagli, sistemerà la vostra cara quattroruote in garage, annotando il numero di targa per poi consegnarlo alla reception. Siamo in un edificio galante e distinto, perfetto nella sua eleganza nobiliare, i primi piani sono occupati da uffici di importanti società, gli altri ospitano suites arredate in stile classico, ma non chiamatelo Boutique Hotel solo per via dei negozi di fianco. L’effetto è quello di entrare in una bella Residenza e non certamente in un Hotel con noiosi lunghi corridoi.
    Raggiunto con l’ascensore il piano della vostra accomodation, troverete il portone di accesso alla lobby dove incontrare amici e conoscenti e fare salotto sorseggiando i vini disponibili all’Honest Bar, senza necessariamente l’ausilio del barman e quindi H24, praticamente come a casa. La vostra chiave vi permetterà di entrare anche in camera. Le suites sono tutte diverse e belle, agli ultimi due piani, una di queste offre addirittura il bagno turco nello stesso appartamento con relativo spazio relax. Vi siete già persi? Nessun problema: alla reception, a qualsiasi ora, la conciergerie o il portiere di notte vi saranno di conforto. Al risveglio il giorno seguente potrete accedere alla piccola colazione a buffet, ghiotta e, volendo, abbondante. Vi sara’ servita all’ultimo piano e nella terrazza con vista a 360° dei tetti e delle cupole fiorentine. Quello che non troverete ai tavoli potrete richiederlo dal menù del breakfast, il personale addetto saprà soddisfare qualsiasi extra. Va detto che il vostro Chateau Urbano è dislocato in 2 differenti Palazzi nobiliari, costruiti in epoche diverse e con piani sfalsati, resi comunicanti da nuove rampe di scale. Inizialmente si alloggiava esclusivamente nel palazzo dell’Antica Torre, ovvero l’edificio di destra con 6 livelli, poi anche nell’adiacente Palazzo Gianfigliazzi di 7 piani, acquistato qualche tempo dopo.
    Beh, se non volete perdervi… il sistema migliore per accedere ai piani alti, e quindi alle terrazze del ristorante anche negli orari di chiusura, è scendere dalla vostra camera a piano terra, o viceversa, cambiare ascensore e prendere la direttissima. Potete anche seguire le indicazioni sulle pareti, ma attenzione! Potreste sbagliare strada, ammaliati e distratti dalle emozioni del Palazzo, e ritrovarvi, come è successo a chi scrive, immersi nelle atmosfere di un giallo di Stephen King visto al cinema. Va sottolineato che il ristorante è riservato agli alloggiati ed ai loro ospiti, è curato dallo Chef peruviano Carlos Curasma, che interpreta in maniera moderna i grandi classici della cucina toscana, rendendola cosmopolita, visto l’attuale successo dei suoi maestri a Lima Gaston Acurio e Virgilio Martinez. Si parte dagli antipasti misti sia vegetariani che di pesce e di carne, si prosegue con le paste fatte a mano ed i piatti principali, dove il tocco sudamericano della griglia fa la differenza. Infine i dessert: gelati come pre dessert, Tiramisù e Cantucci con Vin Santo come piccola pasticceria.

    E… Firenze ai vostri piedi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *